WebOnoranzaFunebre.com

Supportaci

Se questo sito si è rivelato utile aiutaci a migliorarlo sostenendo i nostri progetti con una piccola donazione.
Grazie
Facebook: onoranzefunebriFeedBurner: LaMorteNonFermerIlTuoVoloFriendFeed: onoranzefunebriTwitter: onoranzafunebreYouTube: onoranzefunebri

Iscriviti alla Newsletter

Leggi la Privacy Policy






Ricordatemi

Ricordatemi

Login






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
I Viaggi dell'Anima

Obitorio struttura destinata ad accogliere le salme

OBITORIO
 
L’ obitorio civico è una struttura comunale destinata ad accogliere le salme di persone decedute a disposizione dell'Autorità Giudiziaria o Sanitaria e le salme di persone decedute quando sussistano gravi problemi di ordine igienico-sanitario.

In varie regioni di Italia si va diffondendo l’ampliamento dell’ obitorio quale luogo dove i familiari possono riunirsi e compiangere il defunto, aumentando le richieste di far uscire, quanto prima, dall’abitazione privata la salma.

Contemporaneamente sempre più cittadini stranieri richiedono di poter eseguire i riti e le cerimonie della loro religione in luoghi neutri.

Dunque vari obitori stanno attrezzando le loro strutture, con camere ardenti, con ambienti attigui confortevoli per i familiari in attesa della cerimonia, cappelle per la funzione religiosa o per quella laica, oltre alle sale di osservazione e di autopsia, proprie dell’obitorio.

Funzioni dell’obitorio

  • controllo e osservazione delle salme
  • deposito di cadaveri per un periodo indefinito a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per riconoscimento, autopsie giudiziarie ed accertamenti medico legali
  • attività di riscontro diagnostico di cadaveri di persone decedute senza assistenza medica
  • trattamenti igienico-conservativi e quant’altro previsto per i cadaveri portatori di radioattività
  • lavaggio, preparazione e vestizione salme



    
Recupero salme

Su esplicita richiesta della pubblica Autorità competente, presso l’obitorio sono anche svolte le funzioni di recupero e trasporto di:

  • persone decedute in abitazioni inadatte nelle quali sia pericoloso mantenerle per il prescritto periodo di osservazione
  • persone decedute nella pubblica via o in altro luogo pubblico
  • persone ignote decedute per le quali debba farsi esposizione al pubblico per il riconoscimento



Il ricevimento della salma


All’arrivo, la salma viene subito collocata nella sala di osservazione per le 24 ore successive il decesso (art. 8 DPR 285/90).
Trascorse le 24 ore, la salma viene posta in una cella refrigerata e non è più visibile sino al momento del riconoscimento.

In caso di decessi per i quali sussistano gravi motivi di ordine igienico-sanitario, la salma è subito collocata in una cella refrigerata e la visita è consentita solo il giorno del funerale.


Il riconoscimento della salma

Deve essere effettuato da due persone (familiari o, in mancanza di essi, conoscenti) alla presenza di rappresentanti dell'Autorità Giudiziaria competente e dell'Istituto di Medicina Legale.

L’identificazione deve essere preceduta da una notifica scritta o da un avviso telefonico agli interessati.

Nel giorno fissato dovranno essere consegnati gli abiti o un telo-lenzuolo che serviranno all’eventuale ricomposizione  e/o vestizione  della salma, a cura del personale comunale.

È opportuno, inoltre, comunicare la volontà di cremare la salma per la predisposizione dei documenti necessari.

L’autopsia è eseguita senza alcun onere per i cittadini, così come qualsiasi altra attività all’interno dell’Obitorio civico.

La consegna dei documenti
Dopo il riconoscimento verranno consegnati i documenti necessari al ritiro del nulla osta per la sepoltura rilasciato dagli uffici del Tribunale.

I documenti rilasciati dall’Obitorio civico sono:

  • la scheda Istat
  • il referto medico
  • l’eventuale documento per la cremazione. La firma del medico necroscopo (o del medico curante) deve essere autenticata presso l'Asl
  • Il nulla osta alla sepoltura deve essere ritirato negli uffici della Procura della Repubblica
  • La Procura fornisce inoltre informazioni sull’istanza per il nulla osta alla cremazione.

 

La partenza del feretro

Un familiare o un conoscente deve sottoscrivere il riconoscimento della salma alla chiusura del feretro. Se il feretro deve essere trasportato in un altro comune, il riconoscimento dovrà essere sottoscritto da due persone su un apposito verbale di riconoscimento e consegna della salma.

Queste procedure non possono essere delegate a imprese di onoranze funebri o di trasporto.
 





Segnala su OK Notizie!Digg!Del.icio.us!Google!Facebook!Yahoo!Ma.gnolia!Squidoo!
 
© 2008 - 2011 Onoranzafunebre.com Copyleft citando la fonte. I testi sono di proprietà di Onoranzafunebre.com e non possono essere duplicati senza autorizzazione Onoranzafunebre.com non viene aggiornato periodicamente e non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina sull'editoria di cui all'art.1 -comma 3- della Legge n.62 del 7/3/2001. Onoranzafunebre.com è di proprietà di Idealsiti web agency SEO di Firenze Questo sito web è realizzato con Joomla!, rilasciato sotto Licenza GNU GPL. - P.Iva: 05848640487